Scheda dati a basso costo

Voglio segnalare un piccolo trucco (se così possiamo definirlo) per avere una scheda dati e navigare in internet a basso costo. Prendiamo un semplice scenario, abbiamo un telefonino con abilitato il servisio dati (un semplice smartphone). Andiamo in vacanza e abbiamo bisogno di una chiavetta o un router wifi. La prassi diciamo normale è andare in un negozio e acquistare chiavetta e scheda dati, compriamo la chiavetta usb o il router, facciamo un contratto e ci viene consegnata una schedina da inserire nella chiavetta. Spendiamo una cinquantina di euo per l’hardware e almeno una decina di euro al mese per la schedina (o più). L’alternativa è comprare l’hardware (key o router) e poi chiedere una scheda aggiuntiva alla nostra del nostro telefonino, ce la caveremo con 1 o 2 euro/mese (più il costo della chiavetta).  I negozianti spingeranno sicuramente per la prima opzione. Allego qualche indicazione per i vari operatori come chiamano il servizio:

  • Tim Multisim
  • Vodafone BIS

Buona navigazione!

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Schermata grigia in excel 2016

Installando Office2016 può succedere che all’apertura dei documenti xls e xlsx (documenti excel) non si aprano correttamente ma si visualizzi una schermata grigia. In realtà si viene aperto solo excel ma non il documento. Ho letto commenti in internet che mi fanno sorridere in quanto affermano fantomatiche incompatibilità con Openoffice suggerendo di disinstallare quest’ultimo. In realtà il problema è che Office 2016 non si è installato correttamente (specialmente se già esiste una versione precedente) e la soluzione è quella di reinstallare office 2016 (o di rimuoverlo definitivamente 🙂 )

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Navigatore free offline

Volevo segnalare l’ottimo navigatore Mapfactor (http://navigatorfree.mapfactor.com). Oltre ad essere gratuito usa mappe open e le usa in modalità offline. Questa funzione è ottima se si usa il proprio device all’estero in quanto la navigazione non necessita di connessione internet. Volendo, previo acquisto può anche usare le mappe di TomTom. Io ho usato questo strumento dovendo andare all’estero e avevo bisogno di un navigatore off-line, cercando in internet ho trovato anche here ma le mappe sono gestite da nokia/microsoft e dato che qualche anno fa usavo un’altro navigatore a cui nokia ha tolto la licenza quindi ho preferito Mapfactor. Mi sono trovato benissimo in tutto, ho apprezzato il cambio di visuale con un tap in basso a destra che permette di passare da navigazione a modalità cartina. Volendo essere pignoli non è precisissimo sui numeri civici ma per il resto valutazione apiamente positiva.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Manipolazioni DNS e navigazioine libera

Era da un po’ che volevo scrivere qualcosa su come funziona in internet il servizio di “pagine gialle” (DNS). Prendo spunto da quanto è successo in Turchia ultimamente (e non solo in Turchia) dove “pare” che il governo ha sostituito il servizio ufficiale di google o di opendns con un servizio simile riuscendo a monitorare e manipolare le richieste dei cittadini che lo hanno eletto.
E’ bene sapere che i computer ragionano a indirizzi, quindi se io cerco un nome, per esempio www.google.it il nostro pc in realtà cerca 173.194.113.247 come se noi cerchiamo piazza duomo a Milano il nostro navigatore va alle coordinate 45°27′50.98″N 9°11′25.21″ , questo servizio di pagine gialle si chiama DNS (Domain System System). E’ possibile anche che non ricordandoci un sito ci affidiamo ad un motore di ricerca, cercando “sputifazio” e lui ci “propone” www.sputifazio.it” o qualcosa di simile. I governi possono fare in modo, per motivi commerciali o politici vengano esclusi dei siti o suggeriti degli altri, ne avevo già parlato in questo articolo. In Turchia è successo che il governo ha manipolato queste pagine gialle censurando siti che ritengono non visitabili e sostituendosi ai motori di ricerca normali. Un interessante articolo si trova all’indirizzo http://www.tomshw.it/cont/news/turkey-pm-erdogan-you-don-t-scare-us/54825/1.html . In Italia non siamo a questi livelli  ma le nostre ricerche vengono comunque maniopolate in qualche modo (vedi qui). Come fare per evitare questo? bisogna innanzitutto usare dei DNS fidati , io suggerisco innanzitutto quello di google che viene dichiarato “aperto”. un altro servizio gratuito è opendns dove è anche possibile manipolare a nostra volta le ricerche dei nostri figli facendoli per esempio scaricare solo software libero o evitando siti inopportuni. Un altro servizio sempre gratuito è Comodo secure dns . Rimando al sito www.cambiodns.com dove viene spiegato tutto in dettaglio e come usare i dns correttamente. Vi allego una foto su come si stanno condividendo i dns da usare nell’epoca digitale 🙂

dns

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Creare un appuntamento privato in iphone/ipad collegato a exchange o office365

Non si può! Infatti in “Nuovo evento” su dispositivi Apple non compare il flag “Privato”. Come fare? In attesa dell’aggiornamento (se mai lo faranno) o si inseriscono gli appuntamenti privati nel calendario locale sapendo che se si formatta o si perde lo smartphone verranno persi gli appuntamenti. Un’altra soluzione è quella di aggiornare da pc o da web l’evento appena creato dalllo smartphone. Un’altra alternativa è quella di creare un nuovo calendario aziendale su Exchange o Office365, togliere le autorizzazioni a tutti i colleghi e usare quello quando si vuole inserire un appuntamento privato. In visualizzazione è possibile mostrare contemporaneamente sue calendari. L’unica pecca è che i colleghi (che vedono il calendario standard) vedranno che il giorno xxx sei libero quando in realtà sei impegnato con l’evento dell’altro calendario. In questo link ci sono le istruzioni dettagliate su come fare.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Jasper report e gestione dei font…

Scrivo due righe sulla gestione dei font con JasperReport sicuro che possono servire a tutti.

Il designer (iReport o JasperStudio) usa come font di default Dejavu con tutte le sue varianti. Se non volete problemi usate quello nei vostri report, il font è presente sia nel designer che nel server sia nelle librerie Jasperreportlibrary in caso di deploy.

Nel caso si vuole cambiare il font allora bisogna tenere presente che il designer accede ai font del sistema operativo in cui gira (windows/linux o mac) e prepara il jrxml da eseguire. Il server quando esegue il jrxml ACCEDE AI SUOI font che potrebbero non essere quelli del client che si è usato per creare il report generando un’eccezione tipicamente:

net.sf.jasperreports.engine.util.JRFontNotFoundException
Font ‘Arial’ is not available to the JVM.

Per ovviare a questo problema ci sono tre soluzioni:
1) Usare nei report sempre quelli di default.
2) Importare nel jar di deploy i font che servono (in caso di deploy in un proprio jar) oppure controllare che sul server ci siano gli stessi font usati nel client di sviluppo.
3) nel jrxml aggiungere l’istruzione:

<property name="net.sf.jasperreports.awt.ignore.missing.font" value="true"/>

segnalando al runtime di ignorare i font non trovati e usare comunque quelli di default.

Alcuni link:

http://community.jaspersoft.com/questions/530776/need-help-361-and-jrfontnotfoundexception

http://community.jaspersoft.com/questions/542679/font-provided-font-extension-not-working-charts-or-pdf-export

http://stackoverflow.com/questions/3811908/jvm-fonts-and-jasperreports

http://mdahlman.wordpress.com/2010/05/28/jaspersoft-v3-7-font-extensions/

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Utilizzo i cookie per essere sicuro che tu possa avere la migliore esperienza sul mio sito. Se continui ad utilizzare questo sito assumo che tu ne sia felice.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi