La cura opensource

Spesso si parla di opensource come di inceneritori o altre problematiche vedendole come opportunità commerciali o lavorative non pensando alle varie implicazioni correlate. Voglio segnalare questa storia che mi ha colpito molto.

Copio e incollo alcune righe dal sito http://www.artisopensource.net/cure/ che spiegano più di ogni altra parola. Consiglio a tutti di visitarlo e meditarci sopra.

Ho un tumore al cervello...Ieri sono andato a ritirare la mia cartella clinica digitale: devo farla vedere a molti dottori.Purtroppo era in formato chiuso e proprietario e, quindi, non potevo aprirla…L’ho craccata… ho trasformato i suoi contenuti in formati aperti, in modo da poterli condividere con tutti…2 mi hanno già risposto. Questo è un invito a prendere parte alla CURA…forse potremmo iniziare a pensare a un mondo “open” … non dedicato ai “professionisti” e alle “procedure”, ma agli esseri umani.

Grazie Salvatore, i miei più cari auguri per una pronta guarigione.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un commento

*

Utilizzo i cookie per essere sicuro che tu possa avere la migliore esperienza sul mio sito. Se continui ad utilizzare questo sito assumo che tu ne sia felice.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi