Germania e Copyright e Google tax

Apprendo con dispiacere che anche i tedeschi sono un po’ strani quando si parla di internet e di copyright. E’ di qualche giorno fa la notizia che è stato approvato un disegno di legge in cui si dice che i link e le anteprime delle notizie che appaiono nei motori di ricerca violino i diritti d’autore e che quindi andrebbero pagati i relativi diritti.  Consentitemi una piccola divagazione, dico che sono un po’ strani perché considero internet come un luogo pubblico al pari di una città, dove i vari siti sono gli indirizzi e i numeri civici. In questa visione io potrei pubblicare su un sito (o sul muro del mio palazzo) una poesia o un quadro o una notizia. Stasera passerà di li uno spider di un motore di ricerca (o un tizio delle pagine gialle) che vede e pubblica nel suo catalogo un riferimento a me e al mio lavoro. Se siamo in internet si pretende che vengano pagati dei compensi in caso di una città invece diremmo “se non vuoi che nessuno veda la tua poesia o il tuo quadro tientelo in casa tua!”. Bisogna comunque ammettere che sembra che sono coinvolti soltanto motori e siti commerciali e a scopo di lucro, bisogna anche dire che nel dubbio chiunque non bisognerebbe più pubblicare nulla riferito a materiale protetto in modo che internet ritorni libero come dovrebbe essere.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un commento

*

Utilizzo i cookie per essere sicuro che tu possa avere la migliore esperienza sul mio sito. Se continui ad utilizzare questo sito assumo che tu ne sia felice.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi